Siemens HighSpeed Locomotive

December 15, 2017

0 Comments

La (lenta) conquista cinese dell’Europa

- analisi di Paolo Balmas – Ogni giorno che passa la strategia di espansione cinese in Europa appare sempre più chiara. Si svolge su due direttrici principali che non hanno un confine netto, una finanziaria e una economica. La seconda si riferisce all’economia reale, per lo più alla realizzazione di progetti infrastrutturali. Oggi è possibile […]

Continue reading...
netanyahu_redline_0928

December 13, 2017

1 Comment

Gerusalemme: la strategia di Trump

(free) – di Andrew Spannaus – La decisione del Presidente americano Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele parte da due fattori principali. Il primo è strettamente politico: Trump ha trovato un’altra occasione per dimostrare che mantiene le promesse elettorali – a differenza dei suoi predecessori, molti dei quali avevano fatto la stessa […]

Continue reading...
Ukraine agriculture field

December 4, 2017

0 Comments

La Cina in Ucraina

- di Paolo Balmas – Lo scorso 16 novembre 2017 si è tenuto a Kiev il secondo Ukraine Silk Road Forum, al quale hanno partecipato oltre mille rappresentanti della politica, dell’economia e della finanza di venticinque paesi asiatici ed europei. Gli obiettivi di Pechino, ma anche di Kiev, consistevano nel promuovere una maggior cooperazione fra […]

Continue reading...

November 26, 2017

0 Comments

Le ripercussioni strategiche del declino economico

New Silk Road

- di Andrew Spannaus – La nuova sfida strategica mondiale che si delinea tra gli Stati Uniti e la Cina è frutto di una serie di decisioni fondamentali prese decenni fa. La politica economica adottata in Occidente dagli anni Settanta in poi, sul modello della società post-industriale, ha favorito la crescita della finanza speculativa e […]

Continue reading...

November 20, 2017

0 Comments

Affari d’oro in Asia per Trump

Centrale gas (US)

(free) – di Paolo Balmas – Il viaggio di Trump in Asia si è concluso con una lunga serie di accordi firmati dai rappresentanti delle imprese che hanno seguito il Presidente. Le industrie militari, aerospaziali e degli idrocarburi ne sono uscite con grandi risultati che avranno ripercussioni anche sul fronte interno degli Usa, almeno su […]

Continue reading...

November 13, 2017

2 Comments

Siria e la fine del “regime change”

shiite fighters syria

- di Andrew Spannaus – La guerra in Siria si volge verso la sua conclusione, con l’ISIS in fuga e le truppe governative che riprendono il controllo del territorio nazionale. Non è l’esito prefissato dall’Occidente, ma già da tempo si era capito che la speranza del “cambiamento di regime” era finita: l’alleanza di fatto tra […]

Continue reading...

November 4, 2017

0 Comments

L’attentato di New York e lo scontro culturale

US immigration

- di Andrew Spannaus – Nelle ore dopo il sanguinoso attentato di New York, il Presidente Trump è andato subito all’attacco sul piano politico, criticando il Senatore democratico Chuck Schumer per essere stato tra gli autori del programma per i visti che ha permesso all’attentatore – Sayfullo Saipov dell’Uzbekistan – di ottenere una green card, […]

Continue reading...

October 28, 2017

0 Comments

La (non) allerta dei bombardieri nucleari

B-52

- (free) – Al contrario di quanto riportato da numerosi organi di stampa in tutto il mondo, l’Aviazione americana non pianifica di mettere in stato di allerta continuo i bombardieri nucleari B-52 come all’epoca della Guerra Fredda. Ci sono sì delle attività in corso, ma si tratta di   aggiornamenti delle infrastrutture delle basi militari che […]

Continue reading...

October 21, 2017

0 Comments

L’attacco in Somalia

RESTORE HOPE

- di Paolo Balmas – Lo scorso sabato 15 ottobre 2017, il camion bomba che è esploso in una strada affollata di Mogadiscio ha provocato circa 300 morti. Gli operatori sanitari che sono intervenuti hanno raccontato che circa 160 persone sono irriconoscibili e ancora non è accertato il numero definitivo delle vittime. L’attentato è stato […]

Continue reading...

October 13, 2017

0 Comments

Trump si muove sull’Iran, per metà

Iran negotiations

- di Andrew Spannaus – Dopo essersi limitato alle minacce verbali nei confronti dell’Iran nei primi 8 mesi della sua presidenza, secondo indiscrezioni Donald Trump avrebbe deciso di fare un passo concreto verso il ritiro dell’accordo sul nucleare, evitando di certificare il rispetto iraniano per le previsioni dell’intesa. La nuova strategia – che il presidente […]

Continue reading...