hacker

La collaborazione cyber tra Washington e Mosca

July 24, 2021

Politica, Strategia, Notizie Brevi

– di Andrew Spannaus –

Al vertice di Ginevra lo scorso giugno Joe Biden e Vladimir Putin hanno concordato la creazione di un Cyber Working Group che mira a facilitare il dialogo tra le parti in merito ad accuse reciproche, e anche ad inaugurare una collaborazione diretta contro i gruppi criminali. Ad appena un mese dall’incontro passi importanti sono già stati fatti in questa direzione. Ci sono comunicazioni continue tra gli esperti di entrambe le parti, con decine di riunioni già svolte. I due presidenti hanno deciso che il dialogo va potenziato con figure di alto livello istituzionale. L’obiettivo è di raggiungere degli accordi bilaterali sulla sicurezza cyber e sulle attività criminali.

L’approccio di Washington segue due binari: fermare i gruppi criminali, e limitare le azioni condotte o approvate dagli stati. Sul primo punto, si chiede alla Russia di fermare i gruppi di hacker che lavorano dalla Russia, seppur non siano controllati dallo stato. Da notare qui che REvil, il più temuto gruppo criminale del ransomware – la pratica con cui si chiede un riscatto ad aziende e altre organizzazioni per fermare gli attacchi informatici – è sparito dal Dark Web il 13 luglio. Il gruppo, che opera in lingua russa, è stato l’autore di centinaia di azioni negli Stati Uniti già quest’anno, tra cui l’attacco alla grande società della carne JBS, che ha dovuto pagare 11 milioni di dollari per evitare la diffusione dei suoi dati riservati.

Login

oppure

Iscriviti per accedere a tutte le notizie

, , , ,

No comments yet.

Leave a Reply