Port2

Il Corno d’Africa tra conflitti locali e prospettive globali

February 9, 2021

Economia, Politica

- di Paolo Balmas -

Al confine fra l’Etiopia e il Sudan la tensione non scende. Alle origini dello scontro vi è una disputa sui fertili territori di confine nei quali si sono installati nel tempo agricoltori etiopi, che hanno occupato porzioni di terra sudanese. Il Sudan rivendica quelle terre e ne sta riprendendo il possesso con la forza e con l’intento di marcare più chiaramente, in modo visibile, la frontiera fra le due nazioni. Le parti, tuttavia, accusano l’altra di aver aperto per prima il fuoco. Inizialmente, si era data la colpa a gruppi armati etiopi che avrebbero aggredito abitanti sudanesi di quei territori. Poi si è detto che non si trattava di gruppi armati, ma di esercito regolare. L’Etiopia, invece, accusa le forze del Sudan di aver aperto il fuoco contro civili etiopi sin dai primi di novembre scorso, ovvero da quando gli abitanti della regione etiope del Tigray hanno cominciato a emigrare verso il Sudan per evitare la repressione delle forze armate. Nel Tigray, l’esercito etiope era stato dislocato perché la regione voleva andare al voto contro la richiesta del governo centrale di Addis Abeba di rimandare le elezioni. L’operazione ha provocato il dislocamento di oltre cinquantamila persone, che si sono rifugiate in Sudan attraversando il confine.

Login

oppure

Iscriviti per accedere a tutte le notizie

, , ,

No comments yet.

Leave a Reply