Xi Jinping, Joe Biden

Dibattito sulla politica cinese dell’amministrazione Biden

February 9, 2021

Notizie Brevi, Politica, Strategia

(free) – Mentre l’amministrazione del neopresidente Joe Biden continua a costituire la propria squadra di sicurezza nazionale, Pechino ha già cercato di aprire dei canali di comunicazione con la Casa Bianca, finora senza successo. Biden non ha fretta di negoziare con la Cina, e intende prendere il tempo necessario per esaminare i documenti delle trattative commerciali avvenute sotto l’amministrazione Trump, prima di sviluppare una politica di lungo termine nei confronti del rivale asiatico.

Nel frattempo è stato pubblicato un lungo documento da parte della Atlantic Council che mira a costruire una nuova strategia americana per affrontare le ambizioni cinesi. Il titolo è “The Longer Telegram”, cioè il telegramma più lungo, che fa riferimento al “Long Telegram” di George Kennan del 1946, in cui il diplomatico americano analizzò le mire espansionistiche dell’Unione sovietica e suggerì la politica del “containment” successivamente adottata dall’amministrazione di Harry Truman. L’autore del nuovo documento è rimasto anonimo, mentre l’Atlantic Council afferma che si tratta di uno dei paper più importanti che abbia mai pubblicato.

Il Longer Telegram punta a focalizzare la politica americana sul comportamento del presidente cinese Xi Jinping, definendolo “un problema serio per l’intero mondo democratico”. Parla del crescente autoritarismo del leader cinese, del culto della personalità, e soprattutto della necessità di una strategia per provocare una spaccatura nell’élite cinese, e convincere la classe dirigente che è nel proprio interesse continuare ad operare all’interno dell’ordine liberale internazionale guidato dagli Stati Uniti, piuttosto che cercare di espandere il modello politico cinese oltre i propri confini. Di fatto si esprime un augurio di cambiamento di regime a Pechino, pur ribadendo che si tratta di “una questione per il popolo cinese”, e che gli Usa dovrebbero concentrarsi su come provocare un cambiamento di rotta strategica da parte del partito comunista cinese, “con o senza Xi al timone”.

Il documento identifica con gradi crescenti di precisione le aree in cui gli Stati Uniti dovranno affrontare la Cina. Una delle prime liste, nell’Executive Summary, indica una serie di obiettivi essenziali per gli interessi nazionali americani e dei suoi alleati: 1. mantenere la superiorità economica e tecnologica a livello collettivo; 2. proteggere il ruolo del dollaro americano; 3. mantenere una deterrenza miliare schiacciante ed evitare qualsiasi cambiamento inaccettabile nell’equilibrio nucleare strategico; 4. evitare l’espansione territoriale cinese, in particolare la riunificazione forzata con Taiwan; 5. consolidare ed espandere le alleanze e le partnership; 6. difendere (e riformare se necessario) l’attuale ordine liberale internazionale e le sue fondamenta ideologiche, compresi i valori democratici essenziali; e 7. affrontare minacce globali condivise e persistenti, compresi i cambiamenti climatici.

Si riconosce che ad oggi può sembrare difficile riuscire su tutti questi punti, e quindi l’autore offre una serie di prescrizioni specifiche in cui si dovrebbe esplicare la politica Usa, che comprendono, tra l’altro: la ricostruzione delle basi economiche, militari, tecnologiche e umane del potere nazionale a lungo termine, fissare una serie di “linee rosse” che la Cina non deve violare in nessuna circostanza, e definire una serie più ampia di interessi di sicurezza nazionale maggiori che richiederanno azioni di ritorsione per influenzare il comportamento strategico cinese. In conclusione di questa lista si parla di una “battaglia ideologica globale in difesa del modello di libertà politica, economica e sociale” contro il modello cinese, da concordare nei dettagli con gli alleati asiatici ed europei.

La squadra di Biden sta esaminando il documento nel contesto della revisione più generale della politica verso la Cina. A prescindere da quante delle proposte indicate adotterà, il Longer Telegram riflette la visione di una parte importante delle istituzioni che influirà sulle deliberazioni nel prossimo periodo.

- Newsletter Transatlantico N. 5-2021

Iscriviti per accedere a tutte le notizie

, ,

No comments yet.

Leave a Reply