PBOC - Suzhou branch

La Cina si prepara alla moneta digitale

May 4, 2020

Economia, Notizie Brevi

- di Paolo Balmas -

La Cina sarà il primo paese a coniare moneta digitale. Come è già avvenuto spesso in Cina per altri grandi progetti, è prevista una fase di sperimentazione, che avrà luogo in quattro città: Shenzhen, Chengdu, Suzhou e Xiongan. Al programma di sperimentazione parteciperanno varie imprese e catene commerciali. Fra queste vi sono McDonald’s, Starbucks e Subway. La Banca centrale cinese (PBOC) produrrà la moneta digitale e la scambierà con le banche commerciali, che a loro volta la metteranno a disposizione del pubblico. Ciò avrà forti ripercussioni sull’economia e sulla società. Passeranno probabilmente anni, forse decenni, prima di vedere una Cina totalmente priva di contanti. Tuttavia, anche in una società ibrida, caratterizzata dalla convivenza di moneta fisica e digitale, la politica economica muterà, come cambieranno le abitudini della gente. Prima di tutto, il costo di produzione della moneta digitale sarà più basso e si ripercuoterà sulla politica della PBOC. Secondo, si avranno, almeno nel lungo termine, ripercussioni sulle relazioni internazionali man mano che l’economia cinese sarà più integrata con il pubblico straniero e viceversa (a meno che il mondo non si adegui al ritmo cinese). Inoltre, i sistemi di pagamento si adatteranno alle nuove esigenze portando la Cina a una seconda fase di digitalizzazione degli acquisti. Infine, la moneta digitale colpirà l’economia sommersa, i pagamenti in nero e il crimine in generale.

Login

oppure

Iscriviti per accedere a tutte le notizie

, ,

No comments yet.

Leave a Reply