laser weapon

Le forze militari cinesi usano il laser

May 14, 2018

Notizie Brevi, Strategia

- (free) – di Paolo Balmas -

La Cina è stata accusata da Washington di aver utilizzato in modo offensivo armi laser dalla sua base militare di Doraleh a Gibuti, la prima base militare cinese lungo la Via marittima della Seta, a poca distanza dalla base militare Usa di Camp Lemmonier. La Casa Bianca ha dichiarato che l’uso di armi laser in un luogo così vicino alla propria base è da considerarsi in qualsiasi caso un’aperta minaccia e la portavoce, Sarah Sanders, ha detto che ci saranno conseguenze a breve e lungo termine. La minaccia cinese, in particolare, consisterebbe nel prendere di mira gli aerei militari Usa che passano su Gibuti. Le autorità militari statunitensi hanno indicato che il laser è stato utilizzato almeno in tre occasioni, in cui i piloti hanno riportato lievi conseguenze agli occhi. Pechino ha negato tutte le accuse e ha, invece, contro accusato Washington di far volare ininterrottamente i suoi aerei spia sopra la propria zona militare.

La posizione strategica di Gibuti, situata sulle acque in cui Mar Rosso e Oceano Indiano si incontrano, ha sempre attratto gli interessi strategici delle grandi potenze, prime fra tutte gli Usa, che hanno installato nel piccolo paese l’unica base permanente sul continente africano, uno dei centri logistici per le operazioni antiterrorismo nella regione. Le basi di Gibuti permettono la presenza militare in uno dei mari più critici per il traffico commerciale mondiale, dove ormai da lungo tempo infuria, sulle sponde opposte, la guerra in Yemen, per non parlare della pirateria, fenomeno che ha richiesto operazioni da parte di tutte le potenze comprese l’UE e la Nato.

La base cinese è la prima base militare di Pechino all’estero, situata in uno dei maggiori snodi della Cintura economica che cinge il continente eurasiatico. La sua funzione e le attività militari, in una regione in cui si prevede un aumento dei traffici su nuove rotte, soprattutto fra Africa Orientale, Medio Oriente e Asia meridionale, è divenuta una questione di primo piano per comprendere il futuro dei rapporti strategici fra Usa e Cina, nonché il ruolo di Pechino nello sviluppo del commercio mondiale. Le accuse contro le operazioni militari cinesi giungono in un momento in cui gli attriti fra Pechino e Washington sono in aumento a causa delle misure prese dall’Amministrazione Trump per riequilibrare la bilancia commerciale fra i due paesi. Ai nuovi dazi imposti da Washington sono state aggiunte misure per limitare il trasferimento di alta tecnologia dagli Usa alla Cina.

La tecnologia del laser in ambito militare è stata messa a punto ormai da tempo con risultati eccezionali, con il solo problema che, per essere efficace, il bersaglio deve essere sottoposto a un raggio continuo per un lungo lasso di tempo, per subire danni gravi. Ciò indica che i bersagli aerei sono ancora poco indicati per essere attaccati con il laser.

- Newsletter Transatlantico N. 16-2018

Iscriviti per accedere a tutte le notizie

, ,

No comments yet.

Leave a Reply