L-elite-britannica-e-i-nuovi-equilibri-mondiali

L’èlite britannica e i nuovi equilibri mondiali

June 23, 2016

Economia, Strategia

- analisi di Andrew Spannaus -

Il voto sulla Brexit avviene in un momento di cambiamenti significativi degli equilibri globali, con gli attori più influenti a livello internazionale – Stati Uniti, Russia, Cina, Europa e Giappone – che cercano di capire come guadagnare dei vantaggi strategici nel prossimo periodo. Dal punto di vista delle istituzioni occidentali le variabili più importanti sono la Cina e la Russia. Il vecchio sistema basato sul Washington Consensus non resiste più, tra la crisi economica, la rivolta anti-politica nella popolazione, e la crescita delle nuove potenze. Ora si tratta di capire come posizionarsi per far fronte al nuovo mondo in cui ci sono più giocatori che mettono in discussione i processi decisionali degli ultimi decenni.

In questo contesto il voto britannico rappresenta una sfida forte dentro le istituzioni del Regno Unito, che va oltre il solo tema dell’Unione Europea: a prescindere dall’esito del referendum, la questione aperta è quale sarà il futuro ruolo del paese, a partire dalla City di Londra, che finora ha avuto una forte influenza sugli eventi mondiali, in linea con la strategia geopolitica del vecchio impero.

Login

oppure

Iscriviti per accedere a tutte le notizie

, , , ,

No comments yet.

Leave a Reply