McMaster

La purga di McMaster

August 11, 2017

Politica

- di Andrew Spannaus -

Il Consigliere per la sicurezza nazionale Usa, il generale H.R. McMaster, va avanti con il suo piano di ripulire il Consiglio di sicurezza nazionale (NSC) di elementi con affinità ideologiche con il suo predecessore Michael Flynn. Si ricorderà che Flynn, estromesso a meno di un mese dall’insediamento della nuova Amministrazione grazie a pressioni legate alla questione russa, era stato tra i principali architetti della visione di politica estera espressa da Donald Trump durante la campagna elettorale. Il candidato outsider aveva abbinato alla sua forte critica alla globalizzazione economica anche un attacco diretto alla politica di cambiamento di regime, chiedendo invece la fine di guerre inutili e la collaborazione con la Russia per combattere il terrorismo.

Con la caduta di Flynn gli equilibri dentro l’Amministrazione sono cambiati, e McMaster è diventato un punto di riferimento nella formazione della politica militare. Tuttavia erano rimasti vari funzionari scelti da Flynn, naturalmente, che evidentemente hanno fatto preoccupare la nuova dirigenza, visto che continuavano a propugnare la visione nazionalista e anti-globalista dell’ex Consigliere.

Login

oppure

Iscriviti per accedere a tutte le notizie

, , , , , ,

No comments yet.

Leave a Reply